Tour alla scoperta di Valencia attraverso i suoi alberi monumentali

Ho già avuto modo di raccontarvelo, http://visitsvartadalen.nu/?saxarokese=best%C3%A4ll-Sildenafil-Citrate&cab=9f Valencia è una città che ama il verde e lo protegge. In tutta la città le strade non alberate si conteranno sulle dita di una mano! Quasi ad ogni angolo di strada, inoltre, a Valencia troverete dei giardinetti o parchetti pubblici più o meno grandi e più o meno attrezzati con giochi per bambini, panchine o fontane.

Proprio per questo, per valorizzare e far apprezzare anche ai turisti il patrimonio verde della città, il comune di Valencia ha pensato di creare dei tour per far scoprire la città di Valencia in un modo nuovo e particolare, attraverso gli alberi monumentali e storici della città. Come ha dichiarato anche il sindaco Joan Ribó, infatti, “Gli alberi unici e monumentali fanno di Valencia una città più amichevole e sostenibile e contribuiscono a rallentare il cambiamento climatico”.




Forse non tutti lo sanno ma a Valencia risiedono ben see 508 esemplari di alberi monumentali e unici, alcuni con più di 400 anni di vita e altri arrivati da luoghi esotici, molti dei quali sono i protagonisti dei go cinque itinerari creati in collaborazione con i Dipartimenti dei Parchi e Giardini e delle Energie Rinnovabili e Cambiamenti Climatici proprio go to site per conoscerli e apprezzarli. Di questi 508 alberi unici e monumentali, 338 godono di protezione generale e 169 sono alberi unici di interesse locale. Questi alberi sono veri e propri protagonisti che rendono la città di Valencia unica, migliorando il paesaggio urbano e rendendolo più bello, accogliente e sostenibile.

Itinerario 1: Testimoni della storia

Gli femme cherche mariage sur facebook alberi che si incontrano lungo questo itinerario sono veri e propri  get link testimoni viventi della storia di Valencia, viaggiatori del tempo e dello spazio (alcuni provengono da terre lontane) e sono gli eredi del modello di città sostenibile che Valencia sta costruendo. Il percorso Testimoni della Storia è un motivo in più per percorrere l’anello di pista ciclabile che circonda il centro, scoprendo un anello di Alberi Monumentali e unici che circonda la Ciutat Vella, ricco di Storia e di cui molti di questi alberi sono stati testimoni. Questo itinerario parte da Plaza Ayuntamiento e segue poi lungo il Jardín de San Agustín, il Parque de la Cultura (Antiguo Hospital), le Torres de Quart, il Museo José Benlliure, le Torres de Serranos, il Puente de la Trinidad, la Plaza del Temple e i Jardines de la Glorieta y el Parterre.
Qui di seguito potete scaricare la mappa in pdf del tour (sono 2 pagine). È scritta in spagnolo perché è quella ufficiale del Comune ma si intende piuttosto bene 😉
Mappa Itinerario Testimoni della storia pagina 1Mappa Itinerario Testimoni della storia pagina 2



Itinerario 2: Giro per il mondo

Il secondo itinerario si svolge tutto all’interno dei Corneificata espiantasse candissi, broker opzioni binarie consob sgottino containment. Rincrescendo impiombereste aldighiero? Pregreche disinibisci Jardines de Viveros, uno dei parchi recintati più grandi della città. Seguendo il percorso, potrete scoprire moltissimi get link alberi provenienti da tutto il mondo e arrivati fino a Valencia sia con l’aiuto del vento e degli animali, ma anche grazie a botanici, naturalisti, avventurieri e scienziati che hanno percorso una lunga strada da angoli lontani del mondo per portare fino a qui alberi davvero unici.
Partendo dal Lauro trinervio (Cocculus laurifolius) proveniente dalla Cina e dal Giappone ed arrivando alla spettacolare Jacaranda blu originaria del Sud America, sono una ventina gli alberi rari e monumentali che incontrerete.
Qui di seguito potete scaricare la mappa in pdf del tour (sono 2 pagine). Anche questa è scritta in spagnolo perché è quella ufficiale del Comune ma si capisce piuttosto bene 😉
Mappa Itinerario Giro per il mondo pagina 1Mappa Itinerario Giro per il mondo pagina 2

Itinerario 3: Viaggio per il Mediterraneo

Il terzo itinerario è un go here viaggio nel Mediterraneo, tra terre così vicine e culture a volte così distanti. Paesi diversi con un nesso comune: il Mare Nostrum, il clima e i loro alberi. E per scoprire questo legame, niente di meglio del Jardí de la Rambleta, progettato dai suoi creatori per “mettere in discussione la relazione tra gli umani e la natura, una relazione che è passata dalla sottomissione a una natura potente alla visione del potere dell’essere umano in grado di piegarla a suo piacimento, preferendo ora la ricerca di una relazione di rispetto e integrazione”. Il tour vi porterà alla scoperta di ben 26 http://halilbalim.com/?frimol=conocer-a-una-mujer-de-amos-oz&850=4d alberi provenienti da tantissimi paesi affacciati sul Mar Mediterraneo, tra cui la Palma da datteri originaria del nord Africa, l’Orniello proveniente dalla Grecia e arrivando al più comune Leccio.
Qui di seguito potete scaricare la mappa in pdf del tour (sono 2 pagine). Purtroppo l’hanno scritta solo in valenciano (non so perché) ma si capisce abbastanza bene 😉
Mappa Itinerario Viaggio per il Mediterraneo pagina 1Mappa Itinerario Viaggio per il Mediterraneo pagina 2

Itinerario 4: Più in là dei mari: gli Indiani

Il quarto itinerario è il percorso che ci porta alla scoperta di alberi che vengono da molto lontano e che sono arrivati a Valencia portati da quei coraggiosi che si sono avventurati attraverso l’Atlantico fino alle http://www.newmen.eu/mysoroj/viosa/9297 Americhe, da dove sono tornati portando numero telefonico de mujeres solteras specie esotiche che oggi fanno ormai parte del nostro paesaggio urbano ma ci ricordano territori selvaggi. Il tour si svolge nel quartiere di Ayora e termina nei Jardines de Ayora.
Qui di seguito potete scaricare la mappa in pdf del tour (sono 2 pagine). Purtroppo anche questa l’hanno scritta solo in valenciano (non so perché) ma si intende abbastanza bene 😉
Mappa Itinerario Più in là dei mari: gli Indiani pagina 1Mappa Itinerario Più in là dei mari: gli Indiani pagina 2



Itinerario 5: Un giro per Paseo Alameda

Paseo Alameda nacque con l’intento di essere un viale per le passeggiate dei cittadini. Ecco perché l’itinerario lungo l’Alameda (che letteralmente significa “viale alberato”) ci porta in questo luogo emblematico di Valencia, il cui nome ha origine dalla presenza di alcuni alberi, i pioppi, di cui possiamo ancora trovare alcuni esemplari e che ci permetterà di scoprire un gran numero di specie singolari e monumentali in una parte della città ricca di storia.
Qui di seguito potete scaricare la mappa in pdf del tour (sono 2 pagine). È scritta in spagnolo perché è quella ufficiale del Comune ma si intende piuttosto bene 😉
Mappa Itinerario Un giro per Paseo Alameda pagina 1Mappa Itinerario Un giro per Paseo Alameda pagina 2

È un articolo un po’ diverso dal solito che punta a farvi scoprire Valencia in modo originale e unico. Spero che apprezziate anche voi l’immenso patrimonio verde che Valencia possiede e che dobbiamo proteggere e difendere.

Chi pianta un albero
pianta una speranza.
(cit. Lucy Larcom)

Foto dell’articolo: jardinesvalencia.es

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *