I barri o quartieri di Valencia

Anche source url Valencia, come tutte le città, go here è divisa in quartieri, che in spagnolo si chiamano barrios. Nello specifico, Valencia è costituita da go to link 87 barrios raggruppati a livello amministrativo in 19 distretti.

aprire un conto in lingua italiana su iq optioni treding Il centro storico è il distretto chiamato Ciutat Vella, e si chiama così proprio perché è l’area più antica della città ed è divisa in sei barri: La Seu, La Xerea, El Carmen, El Pilar, El Mercat y Sant Francesc.

A nord e a est la Ciutat Vella è delimitata dal Parque Túria, mente a sud è delimitata dalle vie Carrer del Colón, Carrer de Xàtiva, Carrer de Guillem de Castro.

Queste tre grandi vie separano la Ciutat Vella dai barri L’Eixample (a sud est) e L’Extramurs (a sud ovest).




Il distretto follow site L’Eixample è la zona nata alla fine del XIX secolo come estensione della città vecchia. I suoi tre barri, Russafa, el Pla del Remei e La Gran Vía sono ricchi di ristoranti, bar, negozi e bellissimi palazzi.

Il distretto di http://www.mongoliatravelguide.mn/?sakson=guru-opzioni-binarie&b17=28 Extramurs, invece, si chiama così perché era la zona che si trovava fuori dalle antiche mura della città. Comprende quattro barri: El Botànic, La Roqueta, La Petxina e Arrancapins.

Uno dei distretti che si sta espandendo di più negli ultimi anni dal punto di vista architettonico è http://www.mylifept.com/?refriwerator=bd-schwiss&db6=30 Campanar, che si trova a nord-ovest della città. Accanto al nucleo antico sorgono ora moltissimi grattacieli residenziali e grandi centri commerciali.

A sud si incontrano i distretti de see L’Olivereta, così chiamato perché pare che anticamente era territorio ricco di olivi, source url Patraix,il cui nome deriva da “Petrair” o “Pretaher”, nomi di antiche fattorie, köpa ambien på nätet Jesús, che deve il suo nome al convento che si trovava vicino all’antico manicomio della città, recherche emploi femme de menage a la reunion Quatre watch Carreres, che prende il nome dalle quattro antiche strade che portavano alla città e Pobles del Sud, che comprende i quartieri più periferici.

A est invece si trovano i distretti El Pla del Real, il cui nome origina dall’antico palazzo reale che sorgeva in quest’area, Camins al Grau che prende il suo nome dalle strade che conducevano al centro dal mare, Algirós, il cui nome deriva dall’omonimo canale che passava per quest’area, Les Poblats Marítims, che fino al XIX secolo erano paesi indipendenti vicini al mare, poi annessi alla città.




Gli ultimi sei distretti del nord di Valencia sono Pobles de l’Oest e Pobles del Nord, che raggruppano i quartieri più periferici a nord e nord-ovest della città, Benicalap e Benimaclet, i cui nomi derivano da antiche fattorie musulmane, Rascanya, il cui nome deriva dal canale che irrigava i campi della zona e La Saidía, che deve il suo nome all’antico convento che si trovava in questa zona della città.

Nei prossimi post vedremo in dettaglio alcuni di questi barri e parleremo delle attrazioni turistiche che offrono.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *