Iglesia di San Nicolás di Valencia

Fino a qualche settimana fa non conoscevo la Iglesia di San Nicolás, lo ammetto. In effetti qui a Valencia, come in moltissime altre città con una forte storia cattolica, di chiese ce ne sono tante! Poi un giorno, tramite Instagram, ho visto una foto scattata nella chiesa di San Nicolás e mi sono incuriosita.

Ecco perché l’ho cercata, l’ho trovata e l’ho visitata.

Innanzitutto inizio col dirvi che è intitolata allo stesso San Nicola patrono di Bari. Furono i frati domenicani a cui Jaime I cedette questo luogo sacro, dopo la riconquista di Valencia, che decisero di dedicarla al Santo.

Durante il XV secolo la chiesa venne ampliata e raggiunse il suo aspetto attuale, un tempio gotico con un’unica navata rettangolare divisa da sei arcate, e con diverse cappelle laterali.

L’aspetto barocco attuale le venne conferito durante i lavori di rimodernamento del XVII secolo, per mano dell’architetto Juan Bautista Pérez Castiel.



Ma quello che colpisce davvero della Iglesia di San Nicolás sono gli incredibili dipinti. Tra il 1697 e il 1700 il pittore Dionís Vidal, affiancato dal suo maestro Antonio Palomino, ha realizzato quella che è stata soprannominata la “Cappella Sistina di Valencia”. E, se doveste decidere di visitare la chiesa, capirete il perché!

L’intero soffitto e le pareti sono affrescate, per una superficie totale di quasi 2000 metri quadrati. Nello specifico, guardando verso l’altare, il lato destro della volta ospita affreschi raffiguranti scene di vita di San Nicolás, mentre nel lato sinistro si possono ammirare scene di vita di San Pedro Mártir, altro santo molto venerato già nella Valencia medievale, al quale si attribuisce un miracolo ad un bambino moribondo avvenuto proprio in questa chiesa.

La chiesa è stata ristrutturata nel 2016 e, al momento, è uno dei migliori esempi di convivenza tra architettura gotica e decorazione barocca esistenti al mondo.

L’entrata alla chiesa di San Nicolás si trova sul suo lato sinistro e avviene attraverso uno stretto passaggio che affaccia su Calle de Caballeros, il che rende questa chiesa quasi introvabile, a meno che già non la si conosca. Nella Plaza di San Nicolás, invece, si può ammirare la facciata gotica della chiesa e il campanile.

                 

Se durante l’orario della messa la chiesa non è visitabile da un punto di vista turistico, lo è invece negli altri orari, previo pagamento di un biglietto di entrata del costo di € 5,00 (il biglietto intero). C’è anche la possibilità di fare una visita guidata, ovviamente pagando un sovrapprezzo.




**INFORMAZIONI UTILI**

Dove: Carrer dels Cavallers, 35, 46001 Valencia

Prezzi: 5€ intero – 4€ ridotto

Orari: non visitabile durante le funzioni liturgiche (messa, celebrazioni,…) i cui orari sono riportati qui.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *