L’Hemisféric: il cinema 3D di Valencia

Ieri, per la prima volta, ho visto uno spettacolo al cinema 3D dell’Hemisféric.

Innanzitutto, per chi non lo sapesse, l’Hemisféric è uno dei sei edifici del complesso moderno e futuristico chiamato la Ciudad de las Artes y las Ciencias, progettato e costruito dall’architetto valenciano Santiago Calatrava durante gli anni ’90. Visto dall’esterno, l’Hemisferic pare un grande un occhio umano dotato anche di palpebre e ciglia che, grazie a un intelligente lavoro di ingegneria, si possono aprire e chiudere (come nella foto qui sotto).

Completamente circondato da acque cristalline, racchiuse in due laghi che d’estate diventano navigabili con canoe e grandi palle gonfiabili, a mio parere è l’edificio più affascinante del complesso, soprattutto di sera, quando si rispecchia nell’acqua creando scenari davvero suggestivi.

All’interno, oltre a una piccola caffetteria e a un negozietto di souvenir, c’è un cinema 3D davvero mozzafiato. Il cinema si trova infatti nella palla, che si trova all’interno dell’occhio, insomma nella sua pupilla, per intenderci. L’accesso all’Hemisféric è attraverso le scale che si trovano sul lato sud-est, quello rivolto verso il Museo de la Ciencia Principe Felipe.




Scendendo le scale si incontrano le biglietterie, ma potete acquistare il vostro biglietto anche online direttamente dal sito dell’Hemisféric. Ogni giorno ci sono dai 6 ai 9 spettacoli, il primo alle 11 e l’ultimo alle 18, in settimana, e alle 20 nel weekend. Ci sono circa 6 o 7 pellicole in programmazione, della durata di circa 50 minuti, con audio in diverse lingue. Però, attenzione, non per tutte c’è l’italiano!  Cliccate qui se volete conoscere i film in programmazione all’Hemisféric.

Le porte di accesso alla sala aprono circa dieci minuti prima dello spettacolo e, una volta varcato il tornello, vi verrà consegnato una specie di caschetto (come quello che vedete nella foto qui sotto, che indossavo io!), che dovrete mettervi in testa e che serve per ascoltare l’audio nella lingua scelta. Infatti, a differenza dei cinema 3D a cui siamo abituati, per vedere questi film non servono occhialini particolari.

Una gioia per me, una quattrocchi, che da sempre odia i film in 3D perché trova scomodissimo infilare gli occhialini 3D sugli occhiali da vista!

Invece qui, niente di tutto ciò. Semplicemente, il film invece di essere proiettato su uno schermo piatto, come nei cinema tradizionali, viene proiettato sulla cupola della sfera, perciò le immagini vi abbracciano completamente.

Lo spettacolo che ho visto era “America Wild. Parques Naturales”, un docu-film sugli splendidi parchi nazionali degli Stati Uniti. È stato un viaggio incredibile, attraverso il Grand Canyon, Yellowstone, le Cascate del Niagara, le Everglades e molti altri.

A differenza dei soliti spettacoli 3D, qui le figure, come animali o persone non sembrano venirti addosso e non hai la sensazione di toccarli. L’ho trovato uno spettacolo molto delicato, cioè assolutamente adatto a bambini, adulti e anziani. Sembra di essere davvero lì, di camminare fra gli alberi o di ammirare gli orsi che giocano davanti a noi, però le immagini non spaventano e la visione non provoca sensazioni di nausea o malessere.

Insomma, assolutamente consigliato!




**INFORMAZIONI UTILI**

Dove: Av. del Professor López Piñero, 3, 46013 València, Valencia

Orari: Apertura alle 10:00  e chiusura all’inizio dell’ultima sessione.

Prezzi: € 8,80 intero, € 6,85 ridotto.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *