Quanto costa la vita a Valencia

oslo dating agency La vita a Valencia costa più o meno che in Italia? A Valencia si vive meglio o peggio che in Italia? E gli stipendi? E le tasse, invece, come funzionano?

Non ho una risposta a tutte queste domande, anche perché, come accade molto spesso, alcune di queste domande sono piuttosto soggettive e non esiste una risposta sola che valga per tutti, in qualunque caso.

http://uplaf.org/wp-content/plugins/network-upgrade.php/köpa Come l’Italia non è tutta uguale e, per esempio, gli stipendi sono mediamente più alti al nord che non al sud, la vita costa meno al sud che al nord, anche Valencia non è esemplificativa di tutta Spagna e, tantomeno, può essere messa a confronto con l’Italia in generale.

Perciò, cercherò di dare delle risposte oggettive che, quindi, valuterete voi sulla base della vostra vita in Italia.



L’IVA A VALENCIA: QUALI ALIQUOTE

Iniziamo col dire che go to site anche in Spagna, e quindi a Valencia, c’è l’IVA, che qui è tradotta con Impuesto sobre el Valor Añadido, mentre nei paesi latinoamericani è tradotta in Impuesto sobre el Valor Agregado.

Detto ciò, site de rencontre chretien evangelique pour mariage il suo funzionamento è identico all’IVA italiana, cioè va ad incrementare il costo dei beni e servizi che vengono venduti. Per le imprese è un credito o un debito, mentre per il consumatore finale è sempre un costo.

go site Anche in Spagna, come per l’Italia, esistono 3 aliquote iva:

  • http://tc12bercy.fr/parazitu/8779 21%: la percentuale applicabile a quasi tutti i prodotti e servizi, ad eccezione di quelli inclusi nelle sezioni successive;
  • click 10%: questa aliquota comprende molti prodotti, come il cibo in generale (ad eccezione di quelli soggetti a IVA super-ridotta), il trasporto di passeggeri, le piante orticole e gli spettacoli sportivi amatoriali, tra gli altri;
  • how to tell if a guy likes you while dating 4%: si applica a beni di prima necessità come pane, latte, frutta, cereali e formaggi. Altri prodotti con questo tipo di IVA super ridotta sono libri, giornali e riviste, medicinali, sedie a rotelle, protesi, eccetera.

Come si evince, http://blossomjar.com/pacinity/2547 tranne per una piccola differenza sulla massima aliquota, che qui in Spagna è ancora (non è improbabile che anche qui prima o poi aumenti) al 21% mentre in Italia è al 22%, le altre aliquote sono le medesime e anche le categorie merceologiche di applicazione sono più o meno simili.

Ciò significa che, a parità di costo di un prodotto o servizio, questo avrà un prezzo finale simile sia in Italia che in Spagna, visto che l’IVA applicata è praticamente la stessa.

QUANTO COSTANO LE COSE A VALENCIA

7114d4af2e90eb9637c16d148c85135a A prima vista, è possibile affermare che le cose in generale, qui a Valencia, costino meno dell’Italia, soprattutto per chi, come me, arriva da Milano, o comunque dal nord Italia, e da una grande città, come abbiamo detto, mediamente più cara che altre zone del Bel Paese.

http://www.hotelosmolinos.com/?epirew=quiero-conocer-un-chico-a-la-antigua&10b=75 QUANTO COSTANO GLI AFFITTI

https://dunkl.co.at/deposti/5422 Gli affitti di una stanza in un appartamento condiviso si aggirano intorno ai 150/250 euro al mese e il prezzo dipende principalmente dalla zona e dal fatto se la stanza abbia o meno il bagno in camera o sia o meno singola o matrimoniale.

Per quanto riguarda gli appartamenti, invece, è possibile trovare già trilocali in centro a 600 euro spese incluse. Chiaramente alcune zone sono poi più care, altre meno. Molto dipende anche dallo stato dell’appartamento: se è ristrutturato e ben ammobiliato, ad esempio, il prezzo può salire leggermente.




QUANTO COSTA MANGIARE AL RISTORANTE

Uscire a mangiare a Valencia è piuttosto economico, sia che si tratti della colazione (desayuno), del pranzo (comida) o della cena (cena).  Come ho raccontato in questo articolo sui pasti che si fanno a Valencia, i valenciani amano mangiare e lo fanno quasi sempre fuori casa.

Moltissimi bar propongono menu colazione a 2 euro o poco più e menu almuerzo sui 3/4 euro. Quasi tutti i ristoranti aperti a pranzo hanno il menu del día che solitamente si aggira sugli 8/10 euro e comprende un antipasto (entrante), un piatto principale e il dolce o il caffè.

A cena, invece, è possibile risparmiare sul costo della cena compartiendo, cioè condividendo un piatto in più persone. Qui a Valencia è usanza, quando si esce in più persone (ma anche solo in due!) ordinare piatti diversi e porli al centro del tavolo, per fare in modo che tutti assaggino un po’ di tutto. Non è taccagneria né tantomeno significa non avere soldi. Qui si usa così.

Anzi, in molti ristoranti quasi se la prendono se non condividi! Insomma, in questo modo, è possibile uscire anche in due e cavarsela con un paio di antipasti e un piatto diviso in due. Questo riduce notevolmente la spesa e, diciamocelo, lo spreco!

L’unica cosa cara, qui a Valencia, è la paella. Come vi ho già raccontato, la paella è il piatto tradizionale valenciano per eccellenza e ne esistono di diversi tipi, anche se la più famosa è la paella valenciana con carne, verdura e lumache di terra. Ad ogni modo, ogni paella deve essere ordinata per almeno un minimo di due persone. Calcolando che mediamente il prezzo di una porzione di paella al ristorante si aggira intorno ai 13/18 euro (dipende dal ristorante e dal tipo di paella), è facile capire che mangiarla fuori in due viene a costare almeno sui 40/45 euro. Magari non poi così tanto se paragonata a certi piatti tradizionali mangiati in Italia, ma certamente molto più costosa della maggior parte di pietanze che si possono mangiare qui a Valencia.

Sarà per questo che in città esistono moltissime gastronomie, che qui sono chiamate semplicemente para llevar (d’asporto), dove trovare ottime paelle con prezzi che si aggirano sui 2,50/4 euro a razione? E, inoltre, vi garantisco che in molti posti sono addirittura più buone che in certi ristoranti!

QUANTO COSTA FARE LA SPESA AL SUPERMERCATO

Anche per quanto riguarda la spesa al supermercato, non si riscontrano abissali differenze, anche se in linea generale trovo che qui fare la spesa rimanga più economico che in Italia.

Anche in questo caso, dipende dal supermercato in cui si sceglie di andare. Come in Italia, anche qui ci sono diverse catene appartenenti a diverse fasce di prezzo. Per intenderci, Mercadona rientra in una fascia low-cost e non possiamo certo paragonare i suoi prezzi a quelli di Esselunga in Italia. Però, a parità di catena, ad esempio Carrefour Spagna e Carrefour Italia, trovo che qui i prezzi siano minori sulla maggior parte dei prodotti.




QUANTO COSTANO VESTITI E TECNOLOGIA

Su vestiti e tecnologia, ma anche su profumi e servizi per la persona in generale (estetisti, parrucchieri, eccetera) non esistono sostanziali differenze. Insomma, una gonna da Zara la pagherete identica sia in Italia che in Spagna, per intenderci. E, se anche c’è una differenza, potrebbe essere dovuta alla famosa IVA dato che, come abbiamo visto prima, qui l’aliquota massima è del 21% e non del 22%.

Infatti, se guardiamo il sito di Apple, per esempio, e confrontiamo il costo dell’iPhone X, ci rendiamo conto che la differenza è davvero minima: 1.189 euro in Italia e 1.159 qui in Spagna. Insomma, diciamo che non conviene venire qui solo per fare un po’ di shopping!

QUANTO COSTANO LE UTENZE (ENERGIA ELETTRICA, GAS E ACQUA)

Le utenze sono mediamente più care qui che in Italia.

I prezzi medi dell’energia elettrica tutto compreso, quindi includendo anche iva e altre imposte, per un cliente privato qui a Valencia, si aggirano intorno ai 0,21 euro per Kw. Di per sé nemmeno molto, se non consideriamo però il fatto che qui a Valencia, in quasi tutte le case, è tutto elettrico: riscaldamento, acqua calda e piano cottura. Quindi, il consumo di Kw è molto alto e mediamente ogni appartamento dispone di una potenza contrattata di almeno 4,5Kw fino ad arrivare anche a 7 o 8.

Anche il gas, per quei pochi che lo hanno in casa, è piuttosto caro. Per farvi un esempio, la mia ultima bolletta portava 21 m3 di consumo, per un totale di 57 euro, con una spesa media per metro cubo di ben 2 euro e qualche spicciolo. Insomma, nettamente più elevata rispetto all’Italia.

Lo stesso vale per l’acqua che ha un costo medio a metro cubo che supera i 3 euro.

IN DEFINITIVA… QUANTO COSTA VIVERE A VALENCIA?

Come ho detto all’inizio, non c’è una risposta certa e ufficiale. Alcune cose, come abbiamo visto, costano meno, altre uguali e altre addirittura di più. Tutto dipende dal proprio tenore di vita e, anche, dalla zona d’Italia con cui si fa questo raffronto.

In linea generale, però, ci tengo a precisare un’ultima cosa: tenete presente che qui a Valencia gli stipendi sono mediamente più bassi che in Italia, anche di un buon 10/15%.

Detto ciò, lascio trarre a voi le considerazioni e, se volete, fatemi sapere le vostre impressioni e cosa ne pensate del costo della vita a Valencia.




3 Comments

  1. Rispondi

    COSTANTINO

    Salve, io sono un pensionato giovane di Milano, e mi sono trasferito vicino a Lisbona, ma essendo un single non riesco a inserirmi e conoscere nessuno perchè comunque sono tutte famiglie e anziani, quindi la possibilità non c’è, allora stavo valutando di spostarmi in un’altro posto magari con più vita….e Valencia non mi dispiace anche se vedo che non è a buon mercato, dato che io percepisco il lordo INPS in PT, e qui in Spagna pagherei le tasse sulla pensione…..
    Volevo sapere se Valencia comunque è una città vivibile e se magari ci sono spazi per un uomo single.
    Grazie mille per una vostra risposta.

    1. Rispondi

      Eleonora

      Ciao Costantino, grazie per il tuo messaggio.
      Valencia è una città molto viva, organizzano moltissimi eventi e ci sono tantissimi italiani, anche giovani.
      Credo che nel complesso Valencia sia un buon posto dove vivere anche se si è da soli, ci sono moltissimi bar, ristoranti e davvero tanti eventi, quindi credo che conoscere qualcuno sia abbastanza facile.
      Sul fatto della pensione, cioè se qui la prenderesti lorda o netta non saprei dirti, immagino che tu ti sia già informato.
      Spero di esserti stata d’aiuto e per qualsiasi altra informazione, sono a tua disposizione.
      Ciao! 🙂
      Eleonora

  2. Rispondi

    Chiara

    Ciao, secondo te per una ragazza che decide di iscriversi al master per sostenere L esame di avvocato in Spagna, scegliere valencia intorno ai 25 anni sarebbe una bella scelta? O ci sono città migliori?

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *