Come richiedere il passaporto vivendo a Valencia

Essendo la Spagna una nazione dell’Unione Europea, per venire qui a Valencia, che sia per vacanza o per trasferirsi in via provvisoria o definitiva, è necessario essere in possesso solo della Carta d’Identità.

Però, una persona italiana che si è trasferita a vivere a Valencia potrebbe avere la necessità o, perché no, la voglia di viaggiare al di fuori della Comunità Europea, in America, o in Asia per esempio. A quel punto, diventa fondamentale avere il Passaporto.
Ma come si può ottenere il passaporto essendo residenti all’estero?

Vi spiego come fare passo passo in questo articolo! Ormai lo avrete capito, quando racconto questo genere di avventure è perché le ho testate in prima persona, perciò le informazioni che vi do sono attendibili al 100%. Ma, come ribadisco sempre, questa non è la Bibbia e potrebbe darsi che altre persone hanno ottenuto il Passaporto vivendo a Valencia seguendo un’altra procedura, altrettanto valida.

Ad ogni modo, ecco come ho fatto io!

I passaggi da seguire per ottenere il passaporto vivendo a Valencia sono 2:

  • inviare la richiesta per il passaporto al Consolato di Barcellona;
  • recarsi personalmente al Consolato, previo appuntamento, per il ritiro del passaporto.




Fase 1: Inviare la richiesta per il passaporto

Prima di andare oltre, una precisazione:
per poter richiedere il passaporto italiano tramite il Consolato di Barcellona, a cui la provincia di Valencia fa capo, è necessario essere iscritti all’all’Anagrafe Consolare di Barcellona e all‘AIRE. Inoltre, come specificato sul sito del Consolato,  per poter inoltrare la pratica è necessario che la posizione anagrafica del richiedente sia completamente aggiornata.

Detto ciò, potete richiedere il passaporto inviando la seguente documentazione via posta, meglio se con raccomandata con ricevuta di ritorno, al Consolato d’Italia a Barcellona:

N.B.: nel caso in cui abbiate dimenticato di inviare uno dei sopracitati documenti, nessun problema! Noi abbiamo dimenticato di inserire la copia del pagamento dei 116 euro. Anzi, in realtà abbiamo inviato la busta senza aver proprio fatto il pagamento! Poco male… abbiamo inviato una nuova busta con la documentazione mancante e una lettera accompagnatoria in cui si spiegava che i documenti integravano quelli già inviati perché incompleti.



Fase 2: Impronte e ritiro passaporto

Circa 2/3 mesi dopo l’invio della documentazione, si riceve dal Consolato di Barcellona una mail come questa qui sotto, che riporta un codice (che io ho cancellato per privacy) grazie al quale potrete richiedere un appuntamento presso gli uffici del Consolato, utilizzando questo link.

Ciò significa che dovrete recarvi fisicamente a Barcellona, perciò tenete in conto che oltre alla tassa di 116 euro, richiedere il Passaporto da qui vi costerà anche il viaggio Valencia-Barcellona.

Una volta a Barcellona, il giorno dell’appuntamento vi prenderanno le impronte digitali e, dopo circa una mezzora di attesa, vi rilasceranno direttamente il Passaporto.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *