Che si mangia oggi? Tipologia di pasti e orari

I valenciani amano mangiare e bere. Lo fanno spesso, non appena possono. Se passeggiate per le strade di Valencia, scoprirete che ad ogni ora del giorno e della notte, i tantissimi bar e ristoranti sono sempre pieni di gente. E tutti bevono e mangiano.

Ecco perché ora vediamo quali sono i pasti principali nella vita di un valenciano.

Iniziamo dalla colazione o desayuno. Se vi trovate a Valencia non potete non provare la tipica colazione valenciana composta da: tostada + zumo de naranja + caffè (o cappuccino).

La tostada è pane scaldato “condito” da pomodoro/tomate (nella versione classica), burro/mantequilla, prosciutto/jamón o salmone/salmón nelle versioni più “elaborate”. È possibile anche gustarla nella versione “liscia” con solo olio. La tostada è generalmente accompagnata da un caffè o un cappuccino. Questa combinazione è chiamata desayuno popolar e generalmente costa dai 2 ai 2,50 euro. A ciò è possibile aggiungere anche una spremuta fresca o zumo de naranja natural e gustarsi così il desayuno completo per circa 3 o 3,50 euro.

La colazione generalmente si fa tra le 8 e le 10.




Alle 11/11.30 inizia l’ora dell’almuerzo o merenda mattutina. Consiste in una birra piccola o caña accompagnata da un piccolo panino (bocadillo) o una tapa.

Per il pranzo c’è da aspettare almeno le 14/14.30. Nel weekend però si arriva a pranzare anche alle 15.30/16, soprattutto nella stagione estiva.

Piatto tipico del pranzo: ovviamente la paella!!

La classica è la valenciana con carne, verdure e lumache di terra. Poi c’è la paella de marisco, cioè di pesce, l’arroz negro (con pesce e nero di seppia) e la paella de verduras. Attenzione però che nei ristoranti la paella viene fatta sempre per un minimo di due persone, quindi se siete in due e volete due paella diverse… avete un problema!

Altro piatto tipico della cucina valenciana è il Fideua che è un tipo di pasta, una specie di spaghetto ma lungo circa 3-4 centimetri. Viene usato al posto del riso per preparare Fiedeua di marisco o di verdura eccetera.

Verso le ore 18 è l’ora della merienda pomeridiana, che spesso si prolunga fino a diventare un aperitivo. Ovviamente non può mancare una fresca cerveza o in alternativa qualche cocktail tipico come l’agua de Valencia, il gin tonic o una copa de sangria. Spesso si accompagnano ad olive (aceitunas), arachidi, alle gustose patatas bravas, che sono patate tagliate a pezzi fritte o al forno, accompagnate con salsa brava (una specie di ketchup saporito) e salsa aioli (una maionese all’aglio) o a varie tapas.




Terminato l’aperitivo, è quasi ora di cena.

Comunemente a Valencia si cena verso le 21/21.30. Raramente nei ristoranti si incontra qualcuno prima di tale orario. Anzi, molti ristoranti aprono intorno alle 21! Durante i fine settimana, anzi già dal giovedì sera fino al sabato, i ristoranti lavorano su 2 turni: il primo verso le 21/21.30 e il secondo verso le 22.30/23.

Soprattutto nel weekend ricordatevi di prenotare perché i ristoranti sono sempre pieni. Come ho detto all’inizio, i valenciani amano mangiare e bere fuori casa!

¡Hasta pronto!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *