La Pirotecnia de Las Fallas: despertá, mascletà, nit de foc

Come avrete certamente capito leggendo i precedenti articoli su Las Fallas di Valencia, questa festa cittadina è molto importante per i valenciani e si caratterizza per i moltissimi e particolari eventi che si celebrano, a tutte le ore del giorno e della notte. Tra questi, ci sono i tantissimi spettacoli pirotecnici. Ecco, non so se amate il rumore e la confusione di fuochi d’artificio e petardi, ma Valencia e i valenciani sì, li amano, perciò durante queste tre settimane mettetevi l’anima in pace: bambini e adulti spareranno di continuo, per le strade, nei parchi, a qualunque ora.

Ci sono addirittura negozi in città che vendono petardi e simili che aprono solo durante queste tre settimane all’anno!

Oltre a tutto ciò, ci sono anche spettacoli pirotecnici più “istituzionali”, diciamo, nel senso che sono organizzati dall’Ayuntamiento o dalle varie case fallere e segnano alcuni momenti particolari de Las Fallas. Tra questi, ci sono le despertá, le mascletà e le nit de foc. Vediamoli insieme nel dettaglio.

DESPERTÁ

I falleros amano la despertá. Molti valenciani invece no!

Iniziamo innanzitutto dicendo cos’è la despertá. Consiste in una sveglia mattutina un po’ particolare: durante i giorni di Fallas, verso le 8 del mattino (ma mi è capitato di sentirli anche prima, incluso durante il weekend!) i falleros, accompagnati dalla banda musicale della propria casa fallera, svegliano gli abitanti del barrio lanciando petardi per le strade. In questo modo, danno appunto la sveglia ai valenciani, ricordando loro che la città è in Fallas e che quindi devono alzarsi per godere appieno dell’atmosfera fallera che si respira nella città.

Molto spesso, per incentivare gli abitanti, le case fallere organizzano colazioni gratuite a base di cioccolata calda, così da coinvolgere anche i non-falleros.



MASCLETÀ

La mascletà è un evento pirotecnico che consiste in una successione di esplosioni potenti il cui unico obiettivo è produrre un sacco di rumore! Esatto, avete capito bene!

In effetti, non è un vero spettacolo pirotecnico, perché infatti non vengono sparati fuochi d’artificio. Semplicemente vengono fatti esplodere quintali di polvere da sparo che generano un fumo densissimo e un rumore assordante. Questo spettacolo dura circa 8 minuti e viene organizzato ogni giorno alle ore 14 in Plaza Ayuntamiento.

Avete capito bene ancora una volta: ogni giorno di Fallas, fino al 19 marzo, alle ore 14, Plaza Ayuntamiento viene chiusa al traffico e si riempie di migliaia di persone che assistono a questo evento.

Come sempre, è la fallera mayor che da inizio alla mascletà con la frase “Señor pirotécnico puede iniciar la mascletà”.

È interessante sapere che queste esplosioni non sono fatte a caso, proprio no! Infatti, seguono un ritmo prestabilito, come una musica e, nell’esplodere, questi fuochi generano anche tantissimo fumo, spesso colorato. Il culmine arriva alla fine, quando gli spari aumentano a tal punto da creare un vero terremoto. E non scherzo, la terra trema, i palazzi tremano, le finestre sembrano scoppiare.

CASTILLO DE FUEGOS E NIT DE FOC

Oltre agli spettacoli pirotecnici diurni, durante Las Fallas ci sono anche molti spettacoli notturni, veri e propri spettacoli di fuochi d’artificio più “classici”, chiamati appunto Nit de Foc.

Le notti del 15, 16, 17, 18 e 19 marzo, nel Parco Turia, tra il Puente de las Flores e il Puente de la Exposición, verso mezzanotte o la una, vengono sparati decine e decine di fuochi d’artificio. Solitamente, lo spettacolo della notte tra il 18 e il 19 è il migliore di tutti, chiamato appunto la Gran Nit de Foc.

CURIOSITÀ

Anche se può sembrare che tutti i valenciani amino Las Fallas, i fuochi e il rumore, non è così. Sono molti i non-falleros che, soprattutto durante la settimana finale, scappano da Valencia e dai continui botti e spari che si odono continuamente, di giorno e di notte.

Certo, in un mondo che ormai ha intrapreso la strada contraria e nel quale sono sempre più le città che vietano fuochi e petardi, sia per il benessere degli animali che dei cittadini stessi, Valencia al contrario non accenna minimamente a diminuire questa tradizione, anzi!

Perciò, sappiate che se intendete venire a Valencia in questo periodo, dovrete convivere con gli spari incessanti, con petardi che vi scoppiano accanto mentre camminate per le strade o vi riposate su una panchina. E se avete bimbi piccoli o animali, pensateci. Quelli del luogo sono ormai abituati (ho visto persone portare i proprio cani alle mascletà o agli spettacoli pirotecnici senza vedere in loro nessuna paura o ansia) ma se i vostri non lo sono, potrebbero davvero spaventarsi!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *