Esposizione dei ninots 2017 de Las Fallas di Valencia

Come vi ho già raccontato a proposito del Museo Fallero di Valencia, ogni anno due ninots vengono salvati dalla Cremá, cioè dal falò delle fallas che si tiene il 19 marzo.

I ninots superstiti, che sono uno per le fallas grandes e uno per le fallas infantiles, che quindi andranno ad unirsi a quelli già esposti nel Museo Fallero, sono quelli che durante il periodo dell’Esposizione dei Ninots ricevono il maggior numero di voti.

Per capire meglio come funziona, sono andata personalmente a visitare l’esposizione e ora vi racconto tutto!

Anche quest’anno, come nel 2016, l’Esposizione dei Ninots si tiene nella Sala degli Archi del Museo de la Ciencia Principe Felipe, facente parte del complesso la Ciudad de las Arts y las Ciencias. La sala è davvero enorme e l’impatto appena entrati è impressionante. 

L’esposizione ha aperto i battenti venerdì 3 febbraio e resterà aperta fino al 15 marzo, con orario continuato da lunedì a giovedì dalle 10 alle 20 e venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 21.

Per accedere dovete acquistare un biglietto del costo di € 3,00 (ridotto € 1,00) che vi dà diritto ad esprimere un voto per un ninot delle fallas grandes e un ninot delle fallas infantiles.



L’esposizione è aperta a tutti, anche ai non valenciani. Nel complesso i ninot esposti sono centinaia e sono organizzati in file a seconda della sezione di cui ogni falla fa parte (es. sezione 1A, sezione 1B, eccetera), ma per noi questo conta poco.

Ovviamente, dovete memorizzare il numero del ninot che volete votare e che vi verrà chiesto al termine del giro, unitamente al vostro biglietto d’entrata.

Se avete già visitato il Mueso Fallero avrete certamente capito che i maestri falleri sono davvero pieni di talento. Non ci sono ninots brutti o mal fatti. Sono tutti davvero incredibili, molto curati e dettagliati.

Per quanto riguarda i soggetti, invece, ce ne sono davvero di diversi: anche quest’anno ci sono sia personaggi che arrivano dal cinema, dalla musica, dallo sport o dai cartoni, come Spiderman, Obelix, O-Ren (personaggio di Kill Bill interpretato da Lucy Liu), George Michael e David Bowie, Cristiano Ronaldo e Leo Messi, sia personaggi politici, tra i quali ovviamente non potevano mancare Donald Trump, decisamente il più gettonato, Mariano Rajoy e Angela Merkel.

         

Alcuni ninots sono anche portatori di messaggi sociali, come quello relativo ai rifugiati siriani che arrivano in Europa, o quelli contro l’omofobia, le guerre, le corride e il surriscaldamento globale.

      

Certo, se non si è valenciani potrebbe non avere molto senso giudicare i ninots e, soprattutto, esprimere un voto. Anche perché, Las Fallas in generale e il ninot vincitore in particolare, sono argomenti molto sentiti dai valenciani, che attendono l’arrivo de Las Fallas con trepidazione. Trovo però che sia molto interessante, se vi trovate a Valencia durante questo periodo, visitare questa esposizione, magari non esprimendo una preferenza al termine, perché è un modo davvero incredibile di entrare in contatto con la città e i suoi abitanti.

Beh, che dire? I ninots sono così diversi l’uno dall’altro che sceglierne uno è stato davvero molto difficile.

Ma alla fine… che vinca il migliore! Lo aspettiamo con ansia nel Museo Fallero!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *