La cabalgata de los Reyes Magos di Valencia

È tradizione, per i valenciani, festeggiare con molto trasporto la festa dell’Epifania, non tanto per la Befana, che forse è più una tradizione in Italia, ma bensì perché il 6 gennaio arrivano i Re Magi, che secondo la tradizione portano i doni ai bambini, come fecero con Gesù.

Ecco perché, qui a Valencia, ma un po’ in tutta Spagna, la vera corsa ai regali si fa in questi giorni, a ridosso dell’Epifania.

E, per festeggiare l’evento, tutti i paesi di Spagna, ovviamente inclusa la città di Valencia, organizzano una incredibile sfilata di carri allegorici per la città, chiamata tradizionalmente la Cabalgata de los Reyes Magos (la cavalcata dei Re Magi). Solitamente i carri sono stracolmi di bambini urlanti e gioiosi e adulti che distribuiscono caramelle a tutti coloro che lungo il percorso ammirano la sfilata. Per ultimi, arrivano i Tre Re Magi, che chiudono la sfilata.

I carri di quest’anno saranno ispirati al tema “un viaggio lungo la storia”, in tema con l’evento Expojove, e che mostrerà le differenti civilizzazioni che si sono alternate in Valencia.




IL PROGRAMMA

Il tutto inizia alle ore 17 al Puerto, con l’arrivo dei Re Magi dal mare.

Dopodiché, la sfilata vera e propria inizierà da Paseo Alameda (nel punto dove incrocia Avenida de Aragò) e poi seguirà questo percorso:

Paseo Alameda -> Puente de l’Exposició -> Calle Justicia -> Calle del General Palanca -> Calle del General Tovar -> Calle La Paz -> Plaza de la Reina -> Calle San Vicente -> Plaza Ayuntamiento, con arrivo previsto verso le ore 20.00.

La cavalcata terminerà accanto alla scuola secondaria Lluís Vives (in Avenida del Marqués de Sotelo), dove i Re Magi una volta scesi dal carro si recheranno nel Palazzo dell’Ayuntamiento per consegnare i regali ai bambini e alle bambine nel Salone del Cristal del Municipio.

CURIOSITÀ

Per la sfilata di quest’anno, Valencia ha deciso che le persone che rappresenteranno i tre Re Magi saranno: Julio Torras, un punto di riferimento nel mondo fallero, per Re Melchiorre; l’indumentarista Paco Albert per Re Gaspare e Pedro Ondo, uno politologo di professione, per Re Baldassarre.

Nella parata di quest’anno, come è stato per lo scorso anno, e come ormai sempre più chiedono a gran voce, non sfileranno animali vivi, ribadendo il concetto che fa di “Valencia, una città libera da spettacoli con animali”.

Anche quest’anno saranno migliaia i chili di caramelle che verranno distribuite, tutte rigorosamente senza glutine, così da poter accontentare anche grandi e piccini con problemi alimentari, che altrimenti non potrebbero approfittarne.

E, come già successe l’anno passato, onde evitare la “morte da colpo di caramella”, i dolciumi saranno lanciati solo dagli adulti presenti sui carri, e non dai bambini, onde evitare appunto spiacevoli incidenti e danni alle persone che ammireranno la sfilata.




Le persone che accorrono per vedere questa sfilata sono davvero moltissime, quindi se volete avere una buona visuale vi consiglio vivamente di muovervi per tempo e di farvi trovare lungo il percorso almeno una mezzora prima dell’arrivo della sfilata, che è davvero lunghissima!

Fate attenzione però, perché durante tutta la giornata, dalle 8 del mattino fino a sera, molte strade saranno chiuse al traffico e molti autobus verranno deviati e seguiranno quindi percorsi differenti al solito.

AGGIORNAMENTO EDIZIONE 2017

Se volete vedere qualche immagine della Cabalgata de los Reyes del 2017, ecco qui sotto un video! Ringrazio anche Daniele, per avermi aiutato con le riprese. Purtroppo con il mio metro e mezzo di altezza era difficile riuscire a riprendere qualcosa che non fossero le teste delle molte persone!

E… come potete vedere dalle immagini, contrariamente a quanto detto dall’Ayuntamiento (e come da me riportato sopra), le caramelle le hanno lanciate anche i bambini e di feriti da “colpo di caramella” ne ho visti molti, ahimè!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *